Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: ottobre


Lactarius bertillonii (Neuhoff: Z. Schaef.) Bon, 1980




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Russulaceae, Genere Lactarius, specie Lactarius bertillonii (Neuhoff: Z. Schaef.) Bon, 1980

Origine nomenclatoria: da nome proprio dello scienziato franceseLouis-AlphonseBertillon.

Nome comune: lattarino, peperone.

Basidioma: omogeneo; pileo-stipitato, corposo e sodo; a portamento paxilloide, terricolo.

Pileo: dapprima convesso poi appianato, infine imbutiforme, margineinvoluto e ondulato; ampio fino a 18 cm; rivestimento pileico asciutto, diaspetto opaco, biancastro e pruinoso, macchiato di ocraceo a maturità.

Imenoforo: a lamelle, spaziate, adnate, decorrenti, forcate all’inserzione; dapprima bianche, poi crema, a riflessi rosacei, sporcate di bruno-nocciolaalla frattura.

Stipite: cilindrico, tozzo, attenuato alla base, pieno, rugoloso,vellutato, biancastro, con maculature ocra.

Stroma: biancastro, crema, giallognolo; odore fruttato; sapore moltobacre; latice bianco altrettanto acre e bruciante, immutabile isolato, vira alcrema giallino sulle lamelle e al giallo-arancio con KOH.

Spore: 10 x 7 μm, sottilmente verrucose, a perisporio amiloide; bianche in massa.

Ambiente di sviluppo: simbionte micorrizico; in boschi di latifoglie; soprattutto in boschi di castagno,dalla primavera all’estate; molto comune.

Commestibilità: immangiabile, forse tossico per sindromegastroenterica.

Osservazioni: gli sporofori contengono mucidina, proteina ad azione antimicotica.

Confondibilità: confondibile con altri Lactarius del gruppo Albati, immangiabili anch’essi.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved