Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Maggio


Pleurotus cornucopiae (Paulet) Rolland, 1910




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Pleurotaceae, Genere Pleurotus specie cornucopiae

Nome comune: Orecchietta;

Origine nomenclatoria: : il genere proviene dal greco pleurón= di fianco e oûs, otós = orecchio (con l'orecchio a fianco) la specie invece proviene dal latino cornucopia = corno dell’abbondanza, per l’aspetto a cartoccio simile ad una cornucopia

Basidioma: pileo-stipitato, con clipeo che sorregge in modo geotropo negativo il pileo; piuttosto esile e relativamente fragile;

Imenoforo: a lamelle molto decorrenti, bianche o biancastre, spaziate e con molte biforcazioni;

Pileo: a forma di imbuto o cartoccio, da giovane a margine involuto che diviene, talvolta, disteso nell'adulto; colore bianco, panna, talvolta bruno fuligginoso al disco, la cuticola è liscia, umida;

Stipide: subcentrico o laterale; piegato come il manico di un ombrello, corto o lungo, percorso da costolature e lamelle che vi decorrono; asciutto, sodo, più tenace verso la base ove può risultare stopposo

Stroma: bianco, da tenero ma tenace, elastico ed abbondante nello stipite; odore leggero di farina, col tempo un po' di muffa, sapore dolce;

Spore: bianche in massa, cilindriche, lisce, 8-11 x 4-5 μm;

habitat: cresce su vecchie ceppaie, su tronchi morti o morenti di latifoglie (gelsi, pioppi, ecc.); dall'autunno alla primavera successiva e anche in inverni miti;

commestibilità: commestibile e coltivabile

Note: apprezzato; attualmente rientra nei circuiti commerciali per via della sua facile riproduzione ed allevamento.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved