Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Aprile


Entoloma sepium (Noulet & Dassier) Richon & Roze, 1880




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Entolomataceae , Genere Entoloma, specie sepium.

Origine nomenclatoria: dal greco entós (ἐντός) = di dentro e lóma (λῶμα) = orlo, cioè con l'orlo involuto e dal Latino sepium = delle siepi.

Basidioma: omogeneo, pileo-stipitato, di dimensioni medio-piccole.

Pileo: da 2 a 10 cm, da conico a convesso, poi completamente appianato, con umbone largo ed ottuso; con tempo umido, la cuticola diviene umettata, con tempo asciutto è sericea e brillante, color crema-brunastro pallido, talvolta con sfumature giallognole o grigie; margine involuto, poi dritto e non striato.

Imenoforo: a lamelle spaziate, adnate con uncino, talvolta subdecorrenti lungo il gambo, intervallate da lamellule; dapprima biancastre, poi rosa-brunastro a maturità; filo ondulato e denticolato.

Stipite: cilindraceo, le dimensioni variano da 40-120 x 6-20 mm, flessuoso, fibrilloso, biancastro, striato longitudinalmente, con fibrille giallo-rossastre soprattutto verso la base.

Carne: biancastra, tenera, fragile sul cappello, compatta e fibrosa nel gambo; con l’erosione da parte di larve, si colora di giallo aranciato.

Spore: 7,5-10,0 x 7,0-9,o µm, poligonali, lisce, ialine in microscopia; basidi clavati, tetrasporici, con giunti a fibbia. Sporata ocra-rosa.

Odore e sapore: farinaceo, sapore dolciastro.

Ambiente di sviluppo: giardini, siepi, boschi, soprattutto sotto Rosacee (Prunus spinosa); rinvenibile da aprile a giugno in gruppi con numerosi esemplari.

Commestibilità: commestibile previa cottura.

Osservazioni: classico Entoloma primaverile, riconoscibile per il viraggio giallo-arancio alla rottura.

Confondibilità: potrebbe essere confuso con altre specie con cui condivide lo stesso habitat, come E. clypeatum ed E. saundersii.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved