Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Novembre


Tricholoma terreum (Schaeff.) P. Kumm., 1871




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi Divisione Bisidiomicota, classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Tricholomataceae, Genere Tricholoma, specie Tricholoma terreum (Schaeff.) P. Kumm., 1871.

Nome comune: Moretta

Origine nomenclatoria: L’etimilogia del Genere proviene dal greco thríx, trikhós = pelo e lôma = orlo, con l'orlo peloso la specie invece proviene dal latino terreus = terreo, grigio, per il suo colore.

Basidioma: pileo-stipitato, omogeneo, piuttosto fragile, a silhouette tricholomoide, dimensioni medio piccole a seconda dello stato di crescita, generalmente a crescita gregaria.

Pileo: da 3 a 8 cm, da giovane è emisferico – campanulato, a maturità diventa piano, umbone arrotondato, la cuticola è vellutata, fibrilloso – lanosa, più fitta al disco, dalla colorazione grigia brunastra, color fuliggine più o meno scusa, l margine è involuto nel giovane, a maturità si distende fino a diventare fessurato.

Imenoforo: a lamelle smarginate, mediamente rade, dalla colorazione bianco, grigio.

Stipite: cilindrico, talvolta incurvato, fibrilloso, dalla colorazione biancastra.

Carne: colore bianco pallida, l’odore assente o raramente farinoso, sub nullo, sapore fresco e farinoso.

Spore: 7,5x5 µm, ellissoidali, lisce, sporata bianca in massa.

Ambiente di sviluppo: cresce in boschi di aghifoglia (Pinus) in autunno.

Commestibilità: commestibile.

Osservazioni: gregario, molto conosciuto e ricercato, apprezzato per la delicatezza del sapore e le carni.

Confondibilità: Può confondersi con altro Tricholoma dai colori grigio brunastri come ad esempio Tricholoma virgatum fungo velenoso, ma riconoscibile per via della dalla carne amarissima e il cappello campanulato, con umbone acuto e dai colori grigio argento.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved